Back

Investimenti per 40,8 milioni di euro e zero aumenti in bolletta

Azienda Investimenti

Investimenti per 40,8 milioni di euro e zero aumenti in bolletta

Un nuovo anno all’insegna di una ulteriore accelerazione sui cantieri per migliorare il servizio, e senza ripercussioni sulle tasche dei cittadini: i Sindaci dei Comuni soci di acquevenete hanno approvato ieri pomeriggio all’unanimità il Budget 2021 del gestore idrico, nel corso di un’assemblea quasi plenaria (oltre il 90% dei Sindaci presenti), presieduta dal Sindaco di Terrassa Padovana Modesto Lazzarin, che si è tenuta parzialmente in presenza, nella sede di Monselice, e per la gran parte in via telematica, con i primi cittadini collegati in streaming, per garantire i requisiti di sicurezza per l’emergenza Covid-19.

Una crescita del +108% descrive l’impegno sempre maggiore di acquevenete per realizzare le nuove opere necessarie a migliorare il servizio offerto e la tutela dell’ambiente: rispetto ai 39.209.294 euro di investimenti nel biennio 2018-2019 si passa a 81.882.497 euro tra investimenti realizzati nell’anno 2020 e programmati per il 2021.

«Siamo soddisfatti di presentare ai nostri Soci e ai cittadini questo grande piano di nuove opere, mantenendo invariate le attuali tariffe, soprattutto alla luce di questo periodo così critico dal punto di vista economico, per famiglie e imprese – sottolinea Piergiorgio Cortelazzo, presidente di acquevenete. – Cerchiamo di fare la nostra parte per non fermare lavori e investimenti, concorrendo a un rilancio dell’economia e a sostenere gli utenti in difficoltà assieme ai Comuni con le varie agevolazioni messe a disposizione dalla regolazione».

Complessivamente, nel prossimo anno acquevenete metterà in cantiere nuove opere per 40.762.154 euro, di cui 25.907.184 nell’area nord (un dato che comprende anche 10 milioni di euro di quota parte dell’intervento emergenziale PFAS) e 14.854.970 nell’area sud.

In particolare, 28.407.404 euro saranno destinati a interventi nel settore acquedotto, mentre per fognatura e depurazione si stima di investire 11.839.750 euro. Tra gli interventi di maggior rilevanza strategica, la condotta PFAS Ponso-Montagnana-Pojana Maggiore, con il relativo serbatoio di accumulo di Montagnana; le opere di potenziamento delle centrali di potabilizzazione di Piacenza d’Adige, Anguillara Veneta, Boara Polesine e Badia Polesine; l’attivazione di una serie di interventi per raggiungere gli standard di qualità tecnica dettati da Arera, obiettivi stringenti nell’ambito di perdite idriche, interruzioni del servizio, qualità dell’acqua erogata, adeguatezza del sistema fognario, smaltimento fanghi e qualità dell’acqua depurata.

Il Budget 2021 prevede un valore della produzione di 87.084.212 euro e costi della produzione pari a 83.234.352 euro. Tra le novità, 21 nuove assunzioni, a fronte di numerosi pensionamenti.

acquevenete rafforza inoltre il suo impegno per la sostenibilità: le linee guida dettate dall’Agenda 2030 della Nazioni Unite sono entrate nel Budget 2021, a orientare e impegnare l’azione di tutta l’azienda per il prossimo anno su obiettivi ambientali e sociali ben individuati.