Back

Nuove condotte idriche per quasi tre milioni e mezzo di euro in Polesine

Investimenti

Nuove condotte idriche per quasi tre milioni e mezzo di euro in Polesine

Quasi ventitré chilometri e mezzo di nuove condotte e circa 500 nuovi allacciamenti, per un investimento intorno ai tre milioni e mezzo di euro: sono in partenza in questi giorni diversi cantieri di acquevenete per rinnovare le reti idriche ammalorate del Polesine.

Gli interventi in programma andranno a sostituire tubazioni ormai vetuste, e quindi soggette a frequenti rotture, nei Comuni di Arquà Polesine, Badia Polesine, Bosaro, Castelmassa, Castelnuovo Bariano, Ceneselli, Ceregnano, Giacciano con Baruchella, Lendinara, Loreo, Melara, Rovigo, San Bellino, San Martino di Venezze, Porto Viro, Porto Tolle per quanto riguarda il Polesine, oltre a Cavarzere in provincia di Venezia.

Un primo progetto riguarda il rinnovo delle reti idriche nella zona orientale dell’ATO Polesine: si tratta di un investimento da 1.200.000 euro, per 9 chilometri di nuove tubazioni suddivise tra Loreo, Cavarzere, Porto Viro e Porto Tolle, oltre alla realizzazione di 140 allacciamenti. I lavori sono stati affidati alla ditta Brussi Costruzioni Srl di Nervesa della Battaglia (TV). Il cantiere è stato avviato nei giorni scorsi e la durata prevista è di 270 giorni.

Nella zona occidentale dell’ATO Polesine è previsto invece un altro pacchetto di interventi, per 1.350.000 euro totali: si andrà qui a sostituire 8,7 chilometri di rete idrica, con 125 nuovi allacciamenti, nei Comuni di Badia Polesine, Castelmassa, Castelnuovo Bariano, Ceneselli, Giacciano con Baruchella, Lendinara, San Bellino e Melara. L’appaltatore è la ditta De Vecchi Corrado Impresa Generale Costruzioni Srl di San Martino Buon Albergo (VR). Anche questo cantiere è partito a metà settembre, la durata fissata è di 300 giorni.

Ancora, per la zona centrale dell’ATO Polesine al via l’investimento da 960.000 euro per sostituire circa 5 chilometri di tubazioni dell’acquedotto e per il rifacimento di circa 180 allacciamenti tra Arquà Polesine, Bosaro, Ceregnano, San Martino di Venezze e Rovigo. I lavori sono affidati alla ditta Pascucci Opere Pubbliche Srl di Roma, con una durata del cantiere fissata in 180 giorni.

Per l’anno 2020 ammontano a 36 milioni di euro le nuove opere eseguite o in programma per il gestore idrico della bassa padovana e del Polesine, pari a 70,73 euro investiti in media per abitante.