Indietro

Cantieri acquevenete per oltre un milione di euro a Maserà

Investimenti

Cantieri acquevenete per oltre un milione di euro a Maserà

Sono iniziati in questi giorni i lavori in via Ca’ Murà e via Merano a Maserà di Padova, per la sostituzione della rete idrica. Il cantiere, che rientra negli investimenti di acquevenete per il miglioramento e l’efficientamento delle reti sul territorio, ha un costo complessivo di circa 400.000 euro. 

Il progetto ha come obiettivo quello di sostituire la rete idrica esistente, che risulta ormai ammalorata, in quanto risale agli anni ‘70 del secolo scorso ed era stata realizzata, all’epoca, in cemento amianto. La condotta soffre di sistematiche rotture, dovute al cedimento della linea e a una portata diventata insufficiente in rapporto alle nuove esigenze abitative. La sua completa sostituzione porterà quindi un miglioramento del servizio per gli utenti.

Nel dettaglio, il cantiere prevede la realizzazione di una nuova condotta idrica lungo via Ca’ Murà, con partenza dall’incrocio con via Ronchi a nord fino all’incrocio con via Casolina a sud, oltre a un breve tratto di sostituzione della rete idrica lungo via Merano, dall’incrocio con via Ca’ Murà fino alla prima curva nei pressi dell’accesso alla Tenuta Ca’ Murà. Complessivamente, saranno posati 2.635 metri di nuova condotta, tutta realizzata in ghisa.

Non è l’unico cantiere di acquevenete in programma a Maserà nel breve periodo: sta per andare in gara infatti un ulteriore intervento, per un importo totale di 655.000 euro, che riguarda la realizzazione della rete fognaria e la sostituzione della vecchia tubazione dell’acquedotto in via Ronchi. Questo cantiere insisterà in località Bertipaglia, ai confini con il Comune di Casalserugo: le vie interessate saranno via Ca’ Murà, via Ronchi e via San Mauro. 

La nuova condotta servirà le abitazioni e gli insediamenti artigianali, commerciali e industriali per un tratto di circa un chilometro e mezzo. In particolare, sarà realizzata la nuova rete idrica, per sostituire le tubazioni esistenti in quest’area, che anche in questo caso presentano il problema di essere ormai vetuste e quindi soggette a periodiche rotture. Inoltre la zona sarà dotata dellafognatura  nera, con l’obiettivo finale di una migliore tutela ambientale. La fognatura servirà 48 unità abitative, oltre alla zona artigianale - industriale di via San Mauro.