Utenze condominiali


L’utenza condominiale si distingue dall’utenza singola per la presenza di un unico contatore che serve più unità abitative.

Sai quali sono i vantaggi dell’utenza singola? 

Disporre del contatore individuale consente al singolo utilizzatore del servizio di:

  • conoscere il proprio consumo individuale e ridurre gli sprechi di acqua
  • assicurarsi l’applicazione della tariffa in ragione della tipologia di uso (domestico/attività) e in base all’effettiva numerosità del proprio nucleo familiare 
  • intervenire tempestivamente in caso di perdite occulte nell’impianto.

In questo modo, il rapporto contrattuale sarà diretto con acquevenete e potrai ricevere assistenza e informazioni sulla tua fornitura.

Come vengono calcolati i tuoi consumi?

I consumi fatturati sono di due tipi: reali e stimati.
I consumi reali sono i consumi effettivi derivanti dalla lettura periodica registrata da acquevenete, oppure dalle autoletture regolari dell’utente. 

Essere titolari di una fornitura singola consente infatti di eseguire l’autolettura, importante per avere una bolletta sempre in linea con i propri consumi reali (per info https://www.acquevenete.it/it/web/guest/autolettura). 
I consumi stimati, in caso di assenza delle letture reali, indicano una stima presunta dei consumi basata sul consumo medio annuo (Ca) e, quindi, sui dati storici dell’utenza. 
A titolo informativo, il consumo medio:

  • per un’utenza domestica residente di 3 componenti è pari a 150 mc/anno, che corrispondono a 410 l/g;
  • per un’utenza non domestica (ad esempio negozio, ufficio) è pari a 116 mc/anno, che corrispondono a 320 l/g.

Com'è strutturata la tua tariffa?

Dal 1/1/2018 la quota variabile acquedotto calcolata per le utenze  domestiche residenti dotate di un contatore singolo è differenziata in base al numero dei componenti del nucleo familiare. Questa scelta ha introdotto l’importante principio di equità e progressività e disincentiva gli sprechi. 

Maggiori sono i componenti del nucleo familiare, infatti, maggiore sarà la quantità di acqua nella prima fascia a tariffa agevolata. 

Questo è il riepilogo importi che puoi trovare nella tua bolletta. Ma sai cosa significano le singole voci? Guarda la tabella alla pagina successiva per chiarire tutti i tuoi dubbi.
 

           

RIEPILOGO IMPORTI

       

 

Descrizione

Importi Euro

     

 

Quota fissa

xxx

indipendente dal consumo, copre una parte dei costi fissi del servizio

Acquedotto

xxx

 

costo dell’acqua fatturata derivante dalle attività di prelievo, potabilizzazione e distribuzione

Fognatura

xxx

 

costi per l’allacciamento alla rete fognaria e per la depurazione delle acque reflue

Depurazione

xxx

Oneri perequazione

xxx

 

componenti nazionali per finanziare il bonus sociale, agevolazioni per eventi sismici e promozione della qualità tecnica e commerciale del servizio

Addebiti/Accrediti diversi

xxx

 

ulteriori voci, ad esempio deposito cauzionale,
apertura/chiusura del contatore, bonus

 

       

 

 

L’Amministratore del condominio o chi riceve la bolletta dell’utenza raggruppata potrà registrarsi per censire tutte le unità abitative e non presenti nel condominio e successivamente utilizzare lo strumento di calcolo per la ripartizione degli importi fatturati tra ciascuna utenza indiretta secondo i criteri stabiliti nel TICSI da ARERA.          
Lo strumento di calcolo richiederà l’inserimento del numero di unità immobiliari, della tipologia di utenza (domestico, artigianale, ecc), del consumo (rilevato o stimato) di ciascuna unità immobiliare e, per le sole utenze domestiche, della numerosità del nucleo familiare.

 

Condividi su